Quanto costa il filetto di manzo al kg?

10 Giu 2022

Fra i vari tagli del manzo, carne di bovino adulto, il filetto è sicuramente fra i più pregiati: viene infatti considerato il taglio di prima categoria per eccellenza.

Perfetto per la cottura alla griglia, in crosta di sale o per la tartare di manzo, il filetto è rinomato per essere tenero, privo di nervi e soprattutto molto saporito: specialmente quando la qualità è garantita, come nel caso delle carni a marchio Forma.

Quanto costa?

Trattandosi di un taglio pregiato e rinomato, è naturale porsi la domanda quanto costa il filetto di manzo al kg, in particolare qualora ne si voglia acquistare in quantità per un pasto con tanti invitati. Difatti, il filetto è il taglio bovino più costoso: parliamo di un prezzo che si aggira fra i 25 ed i 50 Euro al kg.

Ora che abbiamo scoperto quanto costa un filetto di manzo al kg, soffermarci sulle caratteristiche del taglio, sui suoi valori nutrizionali ed infine su qualche piccolo consiglio per una cottura alla griglia di prim’ordine. Buona lettura!

Cos’è il filetto di manzo?

Il filetto è il taglio di carne ricavato dalla zona lombare (schiena) del manzo. Specifichiamo che, sebbene il filetto di manzo sia il più conosciuto, il taglio può essere ricavato anche da carne suina o da selvaggina.

Nello specifico, il taglio comprende un muscolo detto “psoas” che si trova vicino al rene. La caratteristica di questo muscolo è di venire utilizzato con estrema rarità dall’animale, il che permette al taglio di essere tipicamente tenero e morbido.

Il taglio del filetto è inoltre divisibile ulteriormente in tre parti:

  • la “testa”, parte più grossa e meno pregiata, in quanto contiene tendini e tessuto connettivo;
  • il “cuore“, parte al centro del filetto da cui si ricavano tranci detti “Chateaubriand”;
  • infine la “coda”, da cui si ricavano i “tournedos” o i “filets mignon”: i tranci più sottili ricavabili dal filetto.

Nell’uso comune, il termine “filetto” ha assunto anche un significato leggermente diverso: non di rado ci si riferisce come filetto ad un qualsiasi taglio di carne che sia tenero e privo di ossa o nervature. Ancora una volta, questo uso erroneo della parola ci ricorda la caratteristica principale di questo taglio prelibato.

Proprietà nutrizionali del filetto di manzo

In quanto carne, il filetto di manzo rientra nel primo gruppo alimentare: gruppo che comprende carne, pesce e uova, cibi accomunati dall’alto contenuto di proteine, ferro e vitamine dei gruppi B e A.

In particolare, il filetto di manzo ha un medio-alto apporto energetico; non contiene carboidrati i suoi acidi grassi sono per la maggioranza insaturi (ma non vi è uno scarto eccessivamente grande rispetto a quelli insaturi) ed è completamente privo di fibre alimentari.

Per quanto riguarda vitamine e sali minerali, non si notano particolari differenze rispetto agli altri prodotti di carne. Le vitamine maggiormente presenti sono quelle idrosolubili del gruppo B, mentre i sali minerali sono prevalentemente fosforo, ferro e zinco.

Filetto di manzo alla brace: consigli

Il filetto di manzo alla griglia è una vera prelibatezza: soprattutto dopo aver visto quanto costa un filetto di manzo al kg è bene sapere come cuocerlo alla perfezione, per evitare di sprecare il taglio bovino più costoso e pregiato.

Ecco allora i nostri consigli per una cottura alla brace da leccarsi i baffi:

  • togliete il filetto dal frigo almeno un’ora prima della cottura;
  • lasciate il filetto di manzo a marinare per almeno mezz’ora con olio, pepe, sale e rosmarino. Questo velocizzerà i tempi di caramelizzazione della superficie del filetto;
  • una volta che posate il filetto sulla griglia, maneggiatela il meno possibile: giratela una sola volta dopo due minuti.
  • quando la carne è pronta, lasciatela riposare qualche minuto in carta stagnola prima di servirla: in questo modo i succhi verranno riassorbiti dalla carne, che diventerà ancora più morbida e succosa;
  • infine, accompagnate il filetto con delle verdure grigliate e un buon bicchiere di vino rosso.

RICETTE & CONSIGLI

Ricetta fregola e salsiccia

La fregola con salsiccia è un gustosissimo primo piatto tipico della tradizione gastronomica della Sardegna, che si prepara con un formato di pasta di semola molto conosciuto e tra i più antichi dell’Isola: la fregola sarda. Questo particolare formato di pasta è...

Ricetta sugo con salsiccia

Il sugo con salsiccia è un condimento saporito e sostanzioso, ottimo per realizzare un indimenticabile primo piatto di pasta: meglio se si tratta di tagliatelle o tortiglioni, ma può andar bene anche con le classiche pennette o per condire una squisita pasta al forno...

Ricetta lenticchie e salsiccia

La ricetta lenticchie e salsiccia è un piatto tipico della tradizione contadina, completo e sostanzioso che non tramonta mai. Non stiamo parlando di una cena raffinata o un pranzo da preparare al volo, ma di un piatto unico che richiede lunghe cotture…e con l’obbligo...

Ricetta funghi e salsiccia

La ricetta funghi e salsiccia è tra le più apprezzate durante la stagione autunnale, quando iniziano le scampagnate alla ricerca di funghi porcini e champignon! Un grande classico a cui non si può rinunciare, soprattutto in quelle serate più fresche, quando c’è...

News Aziendali

È online il nuovo sito

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Nuova immagine per Forma Carni

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Forma, il BBQ dell’estate

Arriva l’estate. E con l’estate arriva la voglia di stare all’aperto, anche per pranzo o a cena. I Barbeque si accendono e le occasioni si moltiplicano, perché niente è più buono e coinvolgente di una bella grigliata in compagnia della famiglia o degli amici, nel...

WordPress Video Lightbox