Meglio congelare la carne cotta o cruda?

4 Set 2023

Congelare la carne è un’ottima soluzione per evitare inutili sprechi o per, con lungimiranza, prepararsi delle scorte per le giornate in cui non si ha tempo di fare la spesa. L’importante è però sapere come comportarsi, al fine di non modificare le caratteristiche organolettiche della carne o incorrere in pericolosi rischi per la salute.

In questo articolo ci concentreremo su tutto quello che è necessario sapere per conservare la carne correttamente. È meglio congelare la carne cotta o cruda? Come riporre la carne nel freezer? Per quanto tempo può essere congelata la carne? Proseguite con la lettura per trovare le risposte!

Congelare la carne: cotta o cruda?

Cominciamo col rispondere ad una domanda che si chiedono in tanti: è meglio congelare la carne cotta o cruda?

La risposta è abbastanza semplice e rasserenante: entrambe le modalità di congelamento sono appropriate (purché eseguite correttamente, come vedremo in seguito). La scelta migliore dipende unicamente da quali sono le vostre esigenze e priorità!

Congelare la carne già cotta assicura un considerevole vantaggio in termini di comodità al momento della successiva preparazione, mentre congelarla cruda vi consente di essere flessibili nel decidere, in un secondo momento, come desiderate cucinarla e quali piatti realizzare.

Entrambe le scelte sono valide, purché carne cruda e carne cotta non siano posizionate vicine nel congelatore, in modo da prevenire la contaminazione crociata.

Ma quali regole seguire per congelare correttamente carne cruda e carne cotta?

Come congelare la carne in sicurezza

Seguire un corretto procedimento per il congelamento della carne è essenziale, come abbiamo già anticipato, sia per prevenire il rischio di contaminazioni, sia per mantenere il più possibile inalterate le caratteristiche organolettiche del prodotto.

Vediamo ora come procedere passo per passo nel caso in cui vogliate congelare la carne cotta e nel caso in cui preferiate congelarla cruda.

Congelare la carne cotta

Cominciamo con la carne cotta. Per prima cosa, prima di riporla nel congelatore dovete aspettare che si raffreddi. Dopo la cottura lasciate riposare la carne finché non abbia raggiunto la temperatura ambiente, poi riponetela in frigorifero finché non sia ben fresca. Solo a questo punto potete riporla in freezer o in congelatore.

Poiché, come probabilmente avrete già sentito dire numerose volte, la carne scongelata non potrà essere ricongelata, un consiglio è quello di dividere la carne in monoporzioni. In questo modo potrete scongelare precisamente il quantitativo di carne necessario, evitando sprechi.

Coprite la carne con gli appositi sacchetti da freezer o con contenitori dotati di chiusura ermetica in modo da evitare la bruciatura da freddo. È importante che l’aria non entri a contatto con la carne.

Infine, è importante ricordarsi di dotare ogni porzione di un’apposita etichetta che segni la data di congelamento. La carne cotta dura in freezer circa 3 mesi, per cui è importante avere una data di riferimento.

Prima di concentrarci sul congelamento della carne cruda, riassumiamo brevemente i punti principali di cui abbiamo parlato:

  • Fate raffreddare la carne prima di congelarla;
  • dividete la carne in monoporzioni;
  • coprite correttamente la carne, in modo che non entri a contatto con l’aria;
  • dotate ogni porzione di apposita etichetta, che ne indichi la data di congelamento.

Congelare la carne cruda

Vediamo ora quali passi seguire per congelare la carne cruda.

Innanzitutto, è importante pulire per bene la carne: questo significa rimuovere ogni impurità, tagliare via ossa e parti non commestibili, nonché rimuovere il grasso. È anche importante rimuovere i liquidi in eccesso: tamponare la carne con della carta da cucina è a tal fine sufficiente.

Come nel caso della carne cotta, è poi consigliabile racchiudere la carne cruda in appositi sacchetti o contenitori che  la proteggano dal contatto con l’aria. Per conservarne al meglio le caratteristiche organolettiche potete avvolgerla prima in carta accoppiata, per poi utilizzare un sacchetto sottovuoto o un contenitore ermetico che vi consenta di aspirare via l’aria.

Infine, come abbiamo già detto per la carne cotta, è consigliabile dividere la carne in monoporzioni e, soprattutto, dotare ogni contenitore di apposita etichetta che segni la data di congelamento. La carne cruda, se congelata correttamente, dura circa da 4 a 9 mesi.

Per riassumere, ecco i passaggi di cui abbiamo parlato:

  • Pulite per bene la carne, rimuovendo le impurità, il grasso, le ossa e i liquidi;
  • coprite la carne con della carta accoppiata (se ne siete dotati) e sistematela in sacchetti sottovuoto o in un contenitore che, parimenti, la protegga dal contatto con l’aria,
  • ricordatevi di dividere la carne in monoporzioni e di compilare delle etichette che segnino la data di congelamento.

Per concludere: alcuni consigli finali

Se avete congelato la carne cruda, prima di cucinarla è importante scongelarla in modo sicuro. Potete farlo nel frigorifero, nel microonde con funzione scongelamento o in un sacchetto ermetico immerso in acqua fredda. Evitate di scongelare la carne a temperatura ambiente, poiché ciò può favorire la crescita batterica.

Nel caso invece della carne cotta, questa può essere riposta direttamente in forno o in padella senza essere prima scongelata.

Infine, ricordiamo l’importanza del selezionare carne di qualità per ottenere ottimi risultati in cucina! Le carni Forma, ad esempio, sono sottoposte a rigidi controlli di qualità durante l’intero processo di produzione.

RICETTE & CONSIGLI

Tacos con carne macinata

I tacos sono una pietanza tipica della cucina tex-mex; si tratta di tortillas, simili alle nostre piadine, a base di farina di mais, piegate a metà per formare una mezzaluna e farcite con diversi ingredienti e condimenti.

Biscotti con strutto al posto del burro

In questo articolo spiegheremo come fare dei biscotti con strutto al posto del burro, ideali per una golosa merenda o per accompagnare il caffè o tè.

Carne cruda alla piemontese

La carne cruda alla piemontese è una ricetta della tradizione che può essere servita come antipasto, leggero, ricco di sapore e sofisticato. La ricetta originale piemontese prevede che la carne sia battuta al coltello.

Filetto di maiale alla griglia

Il filetto di maiale alla griglia è un secondo piatto magro e semplice da realizzare anche per chi non è esperto in cucina. Richiede però una particolare attenzione nella cottura perché altrimenti rischia di diventare asciutto e stopposo.

News Aziendali

È online il nuovo sito

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Nuova immagine per Forma Carni

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Forma, il BBQ dell’estate

Arriva l’estate. E con l’estate arriva la voglia di stare all’aperto, anche per pranzo o a cena. I Barbeque si accendono e le occasioni si moltiplicano, perché niente è più buono e coinvolgente di una bella grigliata in compagnia della famiglia o degli amici, nel...

WordPress Lightbox