Come marinare una tagliata di manzo

5 Nov 2021

Anche voi pensate che cuocere troppo la carne sia l’unico motivo per cui è dura quando la mangiate? Forse è arrivato il momento di scoprire che non è così.

Per esempio, sapere come marinare una tagliata di manzo può fare davvero la differenza per la vostra cena.

Al contrario di come molti pensano, marinare la carne non ha lo scopo di dargli maggior sapore, ma serve a rendere il taglio di carne più tenero.

Per evitare di rovinare il vostro secondo piatto e ritrovarvi a masticare una tagliata asciutta e stoppacciosa, seguite questi consigli utili e scegliete solo la carne a marchio Forma, il risultato sarà un successo!

Come si prepara la marinatura?

Una volta capito come marinare una tagliata di manzo e aver visto il risultato finale, non riuscirete più a fare a meno di questa preparazione.

Per poter marinare qualsiasi tipo di carne è necessario seguire degli accorgimenti.

La marinatura è la preparazione di un intingolo in cui viene lasciata riposare la carne, in questo caso la tagliata di manzo, prima di procedere con la cottura.

La sua durata può variare in base al taglio di carne e alle sue dimensioni. Secondo le usanze del passato più la carne rimane a marinare, più sarà tenera.

In realtà, se la carne viene lasciata troppo tempo nell’intingolo avviene l’opposto e una volta cotta sarà troppo dura.

Come sempre la verità sta nel mezzo. Se si ha poco tempo a disposizione, anche solo mezz’ora di marinatura può dare risultati sorprendenti e in genere è meglio non superare le 24 ore.

Quindi come marinare una tagliata di manzo?

La carne per essere marinata deve essere sommersa da degli ingredienti essenziali, che possono variare secondo i vostri gusti; l’importante è che ci siano:

  • una parte grassa, la scelta più ovvia è l’olio extravergine d’oliva, ma qualsiasi altro tipo di grasso va bene;
  • una parte acida, come l’aceto di vino rosso o aceto balsamico, oppure il succo di limone. L’acidità di questi liquidi aiutano a rendere la carne morbida;
  • il sale, che oltre ad arricchire la sapidità della tagliata, aiuta la ritenzione dei liquidi rendendo la carne più tenera;
  • vino rosso, poiché l’alcol contenuto distrugge il collagene della carne, ovvero l’elemento che la indurisce. Il vino può insaporire un po’ la tagliata per cui sarebbe meglio usare una buona bottiglia di rosso, anziché il vino nei cartoni;
  • aromi di vario genere, come erbe aromatiche, spezie, salse.

Consigli per marinare la carne

Una volta preparato l’intingolo bisogna metterlo in una ciotola abbastanza capiente da poter contenere tutto il pezzo di carne, che deve essere completamente ricoperto dal liquido saporito.

Anziché della ciotola potreste servirvi di un sacchetto per surgelati, oppure di un sacchetto per il sottovuoto; l’importante è evitare l’uso di contenitori in metallo.

Le sostanze acide come l’aceto e il succo di limone che avete usato per la marinata possono avere una reazione a contatto con alcuni metalli, contaminando così il vostro secondo piatto.

Potete pungere la carne con una forchetta per fare in modo che l’intingolo penetri bene nelle sue fibre.

A questo punto è necessario far riposare la carne in frigorifero per il tempo necessario, in modo da bloccare la proliferazione batterica.

Di tanto in tanto ricordatevi di girare la tagliata di manzo, cosicché la marinata agisca su entrambi i lati.

Un altro fattore che può indurire la carne sono gli sbalzi di temperatura: è importante tirare fuori dal frigo la carne almeno un’ora prima dalla cottura.

Così facendo la carne sarà a temperatura ambiente e quando entrerà a contatto con le temperature elevate della piastra non avrà uno shock termico, che come risultato avrebbe l’indurimento dei tessuti.

Prima di procedere con la cottura bisogna togliere la carne dall’intingolo e asciugarla, facendo in modo che solo la superficie della tagliata rimanga un po’ unta.

Dato che la marinata è composta da una base alcolica e grassa, se si va a cuocere la carne su una griglia il liquido potrebbe colare sul fuoco provocando delle fiammate.

Quanto deve cuocere la tagliata di manzo?

Ora che avete visto come marinare una tagliata di manzo, il vostro secondo piatto è pronto per essere cotto.

Accendete i fuochi alla massima potenza e fate scaldare bene la vostra piastra.

E adesso che arriva il momento più delicato, vi starete chiedendo quanto deve cuocere il vostro pezzo di carne.

A questa domanda non si può dare una risposta definitiva; tutto dipende dallo spessore del taglio della carne e da quale tipo di cottura preferite.

In genere per una cottura al sangue si deve far cuocere la carne 5 minuti per lato, altrimenti bisogna aspettare qualche minuto in più per una cottura media.

Una volta tagliata la carne deve avere il colore rosato tipico di una cottura breve, altrimenti significa che i tempi di cottura sono stati troppo lunghi e probabilmente avrete nel piatto una pietanza dura e asciutta.

Per non sbagliare potreste usare un termometro per alimenti: inserendolo fino al cuore del pezzo di carne potete controllare la temperatura interna e capire a che punto è la cottura.

Per una cottura al sangue non si devono superare i 50-55°C, mentre per la cottura media si devono raggiungere i 60-65°C.

Durante la cottura evitate di pungere o tagliare la carne in modo da non disperdere i suoi liquidi.

Una volta cotta fatela riposare per qualche minuto coprendola con della carta di alluminio, che non la farà raffreddare e così facendo i succhi della carne andranno a reidratare le parti più asciutte.

A questo punto non vi resta che tagliare la carne con un coltello affilato seguendo una linea obliqua.

La tagliata di carne può essere servita con un filo di olio extravergine a crudo e un rametto di rosmarino per assaporare appieno i suoi gusti, oppure condita con una salsa di senape o con rucola e scaglie di grana.

RICETTE & CONSIGLI

Ricetta fregola e salsiccia

La fregola con salsiccia è un gustosissimo primo piatto tipico della tradizione gastronomica della Sardegna, che si prepara con un formato di pasta di semola molto conosciuto e tra i più antichi dell’Isola: la fregola sarda. Questo particolare formato di pasta è...

Ricetta sugo con salsiccia

Il sugo con salsiccia è un condimento saporito e sostanzioso, ottimo per realizzare un indimenticabile primo piatto di pasta: meglio se si tratta di tagliatelle o tortiglioni, ma può andar bene anche con le classiche pennette o per condire una squisita pasta al forno...

Ricetta lenticchie e salsiccia

La ricetta lenticchie e salsiccia è un piatto tipico della tradizione contadina, completo e sostanzioso che non tramonta mai. Non stiamo parlando di una cena raffinata o un pranzo da preparare al volo, ma di un piatto unico che richiede lunghe cotture…e con l’obbligo...

Ricetta funghi e salsiccia

La ricetta funghi e salsiccia è tra le più apprezzate durante la stagione autunnale, quando iniziano le scampagnate alla ricerca di funghi porcini e champignon! Un grande classico a cui non si può rinunciare, soprattutto in quelle serate più fresche, quando c’è...

News Aziendali

È online il nuovo sito

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Nuova immagine per Forma Carni

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Forma, il BBQ dell’estate

Arriva l’estate. E con l’estate arriva la voglia di stare all’aperto, anche per pranzo o a cena. I Barbeque si accendono e le occasioni si moltiplicano, perché niente è più buono e coinvolgente di una bella grigliata in compagnia della famiglia o degli amici, nel...

WordPress Video Lightbox