Cos’è un allevamento biologico?

7 Set 2021

L’allevamento biologico si basa sul rigoroso rispetto del benessere degli animali e dei loro comportamenti naturali, senza forzarli in alcun modo come invece succede negli allevamenti intensivi.

Per essere definito bio un allevamento deve seguire i criteri definiti dall’Unione Europea all’interno del Regolamento per l’agricoltura biologica. Vediamo quindi quali sono le regole che deve rispettare l’allevamento biologico.

Il terreno

Un allevamento biologico ha come obiettivo la salvaguardia del benessere animale per garantire ai consumatori finali una produzione di alta qualità di carne e altri alimenti, come uova e latte, in armonia con la natura. Il terreno deve essere bio, cioè lavorato senza l’utilizzo di pesticidi nocivi che possano lasciare residui nei prodotti poi somministrati agli animali.

È fondamentale scegliere razze che possano ben adattarsi alle condizioni del territorio locale e possano godere di uno spazio minimo definito dal regolamento in proporzione alla terra disponibile. Bisogna garantire loro la libertà di movimento, sia nei ricoveri che all’esterno, con la possibilità di avere accesso a pascoli o spiazzi all’aperto. Questo per far sì che le specie possano esprimere il proprio comportamento naturale.

Se il clima lo permette, gli animali vengono fatti pascolare all’aperto e il loro numero deve essere proporzionale allo spazio che si ha a disposizione. Tutto è pensato per rispondere alle loro esigenze specifiche.

Allevamento biologico: l’alimentazione degli animali

Anche l’alimentazione deve rispettare i fabbisogni nutrizionali di ciascuna specie. Se non vengono osservati determinati standard non può definirsi allevamento biologico:

  • Gli animali devono essere alimentati con cibo di origine biologica controllata (almeno il 50%), dai foraggi ai mangimi, ancora meglio se provenienti dalla stessa azienda o zona in cui si trova l’allevamento, in linea col concetto di sviluppo ecosostenibile. Per la maggior parte si tratta di alimenti di origine vegetale.
  • Non sono ammesse forzature alimentari.
  • Al bestiame non possono essere somministrati organismi geneticamente modificati o derivati da O.G.M., vitamine o integratori sintetici o altre sostanze non naturali che hanno lo scopo di aumentare l’appetito e velocizzare la crescita.

La maggior parte della razione alimentare deve essere foraggio grossolano o foraggio fresco essiccato. Anche l’acqua deve essere adeguata in termini di qualità e quantità. Gli animali devono potervi accedere in totale libertà.

L’alimentazione del bestiame negli allevamenti biologici è quindi un aspetto cruciale: rispettare i fabbisogni degli animali in ogni fase di vita significa infatti mantenere buono il loro stato di salute e benessere.

La grande attenzione alla sostenibilità e al benessere animale sono tra le caratteristiche principali della nostra filiera certificata. Gli stabilimenti Forma si trovano a Macomer, ed è qui, in mezzo alla natura, che lavoriamo carni ovine, bovine e suine nel pieno rispetto dell’ambiente, delle tradizioni e degli animali.

Altre norme

Alla base dell’allevamento biologico c’è l’utilizzo delle sole risorse naturali e il rifiuto di quelle sintetiche.

Non vengono allevate razze selezionate, ma solo rustiche e autoctone, già in grado di adattarsi al meglio alle condizioni climatiche e paesaggistiche locali.

Sono vietate le manipolazioni genetiche e qualsiasi mutilazione che arrechi danno o sofferenza.

Il trasporto del bestiame deve seguire alcune modalità operative: solo per brevi tragitti e in modo tale che l’animale non sia messo in condizioni di disagio o sofferenza.

Infine, in caso di malattia degli animali, è previsto il ricorso alle sole cure fitoterapiche e omeopatiche. Solo qualora non producano alcun effetto, è consentito l’utilizzo di antibiotici e di altri medicinali.

RICETTE & CONSIGLI

Tacos con carne macinata

I tacos sono una pietanza tipica della cucina tex-mex; si tratta di tortillas, simili alle nostre piadine, a base di farina di mais, piegate a metà per formare una mezzaluna e farcite con diversi ingredienti e condimenti.

Carne cruda alla piemontese

La carne cruda alla piemontese è una ricetta della tradizione che può essere servita come antipasto, leggero, ricco di sapore e sofisticato. La ricetta originale piemontese prevede che la carne sia battuta al coltello.

Filetto di maiale alla griglia

Il filetto di maiale alla griglia è un secondo piatto magro e semplice da realizzare anche per chi non è esperto in cucina. Richiede però una particolare attenzione nella cottura perché altrimenti rischia di diventare asciutto e stopposo.

News Aziendali

È online il nuovo sito

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Nuova immagine per Forma Carni

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Forma, il BBQ dell’estate

Arriva l’estate. E con l’estate arriva la voglia di stare all’aperto, anche per pranzo o a cena. I Barbeque si accendono e le occasioni si moltiplicano, perché niente è più buono e coinvolgente di una bella grigliata in compagnia della famiglia o degli amici, nel...

WordPress Lightbox