Come cucinare l’hamburger di Chianina

9 Feb 2021

L’hamburger è il piatto simbolo di una cucina fast ma gustosa allo stesso tempo. Sbarcato direttamente dall’America, l’hamburger si è conquistato un posto nelle tavole degli italiani favorendo un ambiente di convivialità e di sperimentazione culinaria.

Oggi proponiamo una variante speciale che sposa la tradizione statunitense con i sapori nostrani, trasformando questo street food in un piatto da chef. Protagonista della serata: la Chianina. Gli hamburger di Chianina prodotti da Forma sono teneri e saporitissimi, l’idea giusta per chi desidera un hamburger gourmet.

La preparazione è facile e veloce, ma non bisogna sottovalutare le insidie della fase di cottura e di abbinamento degli ingredienti. Il rischio che si corre è di rovinare una materia prima tanto prestigiosa.

Troverete di seguito alcuni consigli preziosi per stupire i vostri ospiti con una cena deliziosa.

Come cuocere l’hamburger di Chianina Forma

Esistono diversi metodi di cottura.

La padella e la piastra sono considerate gli strumenti più adatti a valorizzare la bontà della carne, in aggiunta alla comodità dell’utensile domestico. Prima di cuocere il protagonista del nostro hamburger, è bene che la padella sia ben calda, per questo è necessario riscaldarla per circa 5 minuti a fuoco medio. Si può procedere ora alla cottura, avendo cura di posizionare la carne cruda a distanza per garantire una buona rosolatura dei bordi. Per ottenere una cottura media vi basteranno circa 4 minuti, dopodiché si procederà a girare gli hamburger in entrambi i lati, evitando di schiacciarli o bucarli affinché non escano i succhi. Così come per la scelta del metodo, anche la sua durata corrisponde al gusto personale dei commensali: per assaporare la carne al sangue saranno sufficienti 2 minuti per lato, ma dovrete aspettare 5 minuti per averla ben cotta.

I consumatori di hamburger più fedeli presteranno certamente attenzione alla cottura sul barbecue. Ci concentreremo su due tecniche diverse tanto quanto le tradizioni a cui sono ispirate.

  • La prima è conosciuta come “barbecue all’italiana” (o cottura diretta): la carne viene cotta a contatto diretto con le braci ad una temperatura elevata. Il grasso presente sulla Chianina farà sì che gli hamburger siano morbidi e succosi all’interno e con una crosticina in superficie.
  • La seconda tecnica arriva direttamente dagli Stati Uniti. In questo caso, la carne subirà una cottura indiretta. Suddividendo la griglia in due sezioni, da un lato la fiamma viva e dall’altra la brace, gli hamburger si cuoceranno più lentamente e con una temperatura più bassa. L’utilizzo di un coperchio vi aiuterà ad insaporire la carne con i fumi di cottura, ma dovrete rinunciare ad avere una crosta superiore.

Hamburger di Chianina al forno

Se i metodi presentati sino ad ora non vi soddisfano, non temete. L’ultima tecnica che proponiamo utilizza il forno. Si tratta della cottura più leggera, ma non per questo merita un’attenzione minore. Il rischio principale infatti è che la carne si secchi troppo. Durante la cottura, per proteggere i vostri hamburger, sarà utile spennellarli con olio e infornarli sopra un foglio di carta da forno. Avrete capito ormai, che il segreto per mantenere la morbidezza e la succulenza è evitare la fuoriuscita dei succhi; ebbene, in questo caso vi servirà un foglio di alluminio come copertura. Dieci minuti a 180° e il gioco è fatto.

Piccolo mantra da seguire: dopo ogni tipo di cottura, far riposare la carne permetterà il ricircolo dei suoi succhi.

Scegliere il giusto condimento

Ora che abbiamo cotto il nostro hamburger bisogna pensare a come condirlo. Superata la scelta del pane, una parte del condimento è affidato alla lavorazione della carne. Con l’aggiunta di erbe aromatiche, peperoncino o aglio potrete iniziare a settare che tipo di sapore avrà il piatto, se deciso o delicato. Per valorizzare la Chianina, si può optare per un condimento classico a base di verdura, pomodoro, cetrioli a fette e qualche anello di cipolla fritta. Con un cesto di patatine in accompagnamento potete ricreare a casa vostra l’atmosfera dei fast food americani. Questa tipologia di menù accontenterà tutti gli estimatori della cucina statunitense e, perché no, potrete farli divertire con la scelta delle salse.

Diversamente, i difensori del gusto tipicamente italiano preferiranno degli accostamenti più affini alla gastronomia nostrana. L’accompagnamento con un formaggio, stagionato o delicato, arricchisce il sapore tenue della carne, ma per chi non ama un contrasto tanto forte, consigliamo un  abbinamento di funghi o carciofi. In sostituzione alle chips e agli anelli di cipolla fritti, potete mantenere gli stessi sapori accompagnando l’hamburger con un contorno di patate al forno o di cerchi di cipolla di Tropea da inserire nel panino.

Una variante molto gustosa vede l’utilizzo di pepe e limone. Aggiungete del pepe macinato in padella insieme all’olio e inserite il succo di limone durante la cottura. Il fondo di carne, pepe e limone, mescolato con una frusta, può diventare una riduzione appetitosa da accompagnare all’hamburger.

Cosa dire di più…Buon appetito!

RICETTE & CONSIGLI

Biscotti con strutto al posto del burro

In questo articolo spiegheremo come fare dei biscotti con strutto al posto del burro, ideali per una golosa merenda o per accompagnare il caffè o tè.

Carne cruda alla piemontese

La carne cruda alla piemontese è una ricetta della tradizione che può essere servita come antipasto, leggero, ricco di sapore e sofisticato. La ricetta originale piemontese prevede che la carne sia battuta al coltello, cioè tagliata senza l’impiego di macchinari e senza riscaldarla.

Filetto di maiale alla griglia

Il filetto di maiale alla griglia è un secondo piatto magro e semplice da realizzare anche per chi non è esperto in cucina. Richiede però una particolare attenzione nella cottura perché altrimenti rischia di diventare asciutto e stopposo.

Insalata di carne cruda

L’insalata di carne cruda è una deliziosa e raffinata pietanza, realizzata con pochissimi ingredienti. Perfetta sia come antipasto che come secondo piatto, vi stupirà per il perfetto equilibrio tra la morbidezza della carne cruda e la vivacità dei condimenti freschi e genuini.

News Aziendali

È online il nuovo sito

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Nuova immagine per Forma Carni

I nostri stabilimenti si trovano a Macomer, nel Marghine, ovvero nel cuore della Sardegna. Qui si sviluppa la nostra filiera e qui lavoriamo.

Forma, il BBQ dell’estate

Arriva l’estate. E con l’estate arriva la voglia di stare all’aperto, anche per pranzo o a cena. I Barbeque si accendono e le occasioni si moltiplicano, perché niente è più buono e coinvolgente di una bella grigliata in compagnia della famiglia o degli amici, nel...

WordPress Lightbox